#PADweekEU: tavola rotonda con gli ambasciatori degli acp

pubblicato in: ACP- AFRICA CARAIBI PACIFICO, africa | 0

Stamattina sono iniziate le celebrazioni della PADweek, la settimana dedicata alle persone di origine e discendenza africana organizzata qui al Parlamernto Europeo dall’Intergruppo Ardi di cui sono una delle principali promotrici, insieme all’europdeputata Soraja Post.

Abbiamo iniziato i lavori con una tavola rotonda composta da alcuni ambasciatori dei paesi della delegazione ACP (Africa, Caraibi, Pacifico): Sgri. Kokou Nayo Atsumikoa M’beou del Togo, Ousmane Sylla della Guinea Konakry, Mutrif Siddig del Sudan, Franklin R. Katungwe dell’Uganda, Tadeous Tafirenyika Chifamba dello Zimbabwe, Baso Sangqu, del Soudafrica, Abadallahi Bah Nagi Kebd della Mauritania, Abou Dosso della Costa d’Avorio, Gustave Ntwaramuheto del Ruanda e Virgulino Castro Quingando dell’Angola.

Abbiamo dato vita ad una discussione approfondita e interessante, che ha affrontato numerose questioni riguardanti i neri d’Europa. La posta in gioco è molto alta, in quanto si tratta di sottolineare la necessità per l’Europa di garantire alla sua popolazione nera d’origine africana le stesse protezioni che sono universalmente garantite qui per tutte le persone, per tutti i cittadini.

Che vi sia la necessità di ribadirlo può sembrare incomprensibile, eppure sappiamo che anche nel cuore della civilizzazione occidentale, il razzismo e la xenofobia hanno trovato modo di insediarsi, provocando ogni giorno dolore e devastazioni di ogni tipo, a discapito dei neri d’Europa. Gli stereotipi razziali sono spesso creati e alimentati dal populismo politico di estrema destra, che li utilizza per contaminare il dibattito pubblico alla vigilia di ogni elezione e per promuovere la divisione, piuttosto che la coesione.

In contrasto con quegli anti-valori, qui si vuole promuovere giustizia e coesione sociale, a partire dai concetti di eguaglianza e di fratellanza. Con gli ambasciatori dei paesi ACP impegnati in prima linea per il dialogo con il Parlamento Europeo e la società civile si inizia così un lungo percorso di dialogo, che vedrà coinvolti diversi altri protagonisti, a più titolo coinvolti nelle relazioni Africa-Europa.

Lascia una risposta